Mauriziano fantastico


È’ l’entrata del corridoio dell’Ariosto. Gabriele, 6 anni
Da lì si va nella città di Ludovico Ariosto. Alberto, 4 anni
Che è Reggio Emilia! Thomas, 5 anni
A me sembra la porta di un castello. Yasmine, 6 anni

 

Arco che vola. Fotografia di Hailey, 5 anni

 

Un giorno di luce. Fotografia di Alberto, 4 anni

 

Il mauriziano. Fotografia di Mark, 4 anni

La casa di Ludovico Ariosto. Nicolò, 5 anni
È grande con due finestre e un tetto gigante…una casa di mattoni. Angelica, 6 anni

 

Il Mauriziano. Peculiar, 6 anni

 

La casa di Ludovico Ariosto. Diego, 6 anni

 

Particolare del portone. Yasmine, 6 anni

 

È una casa di molto tempo fa. Gabriele, 5 anni


È di legno...lassù sembra un pavone! Yasmine, 6 anni


C’è una persona… è un umano a forma di roccia. Jasmine, 6 anni
Quello era il re, che scriveva le storie per i bambini. Mia, 3 anni
È Babbo Natale. Nicole, 3 anni
È Gesù Bambino! Alberto, 4 anni

Le spade! Salvatore 3 anni
Perché c’è una battaglia! Mia 3 anni

 

Forse c’è scritto qualcosa di molto bello! Ilaria, 4 anni
Un italiano sfocato, forse piemontese. Gabriele, 6 anni

 

Le finestre sono come le uova di Pasqua! Simone 3 anni

 

Ludovico Ariosto scriveva di cavalieri, degli amori... Enrico, 5 anni

La sera quando arriva a casa si tira via le scarpe, si mette a letto e scrive i biglietti. Alberto, 4 anni
Saliva in carrozza e sulla schiena dell’Ippogrifo e saliva sulla Luna. Mark, 5 anni

 

Ludovico si affacciava dalla finestra e vedeva il viale. Enrico, 6 anni

 

Germano reale a passeggio. Purity, 5 anni

 

Ma forse lui ci ha portato nella casa sua per fare le storie con lui. Yasmine, 6 anni

Ippogrifo. Camilla, 5 anni 

 

 

 

 

Restiamo in contatto

Newsletter